Passame er … Macis

Posted on Posted in Celiacologa, Health Coaching, Nutrizione

Prendendo in prestito dalla canzone del ben noto Luca Barbarossa, la comune espressione passame er sale, ho piacere di presentarVi una spezia, un fiore … il MACIS.

Originaria delle isole Molucche, in Indonesia, è una spezie nota anche come fiore della noce moscata. Ma attenzione … non ha nulla a che fare con il fiore della noce moscata perché NON è un fiore!

Da un punto di vista botanico è la parte esterna che racchiude il seme – l’arillo.

In cucina siamo abituati ad utilizzare il seme, cioè la noce moscata mentre meno nota è questa altra parte della pianta che, se fresca ha un coloro rosso intenso mentre quando essiccata ha una colorazione castana/arancio. Il suo sapore più delicato rispetto al suo seme permette il suo impiego soprattutto per piatti salati in modo analogo a quanto si usa fare con lo zafferano. Dà anche una gradevole quanto delicata nota alle salse di formaggio o al formaggio grattugiato di fresco. Anche il pesce può esserne arricchito.

Infine il macis può essere utilizzato per aromatizzare dolci, torrone, frutta caramellata e miele – come nella cucina autoctona indonesiana – oppure per preparare miscele di spezie, olio o aceto speziato, sale speziato.

Ma … perché utilizzarlo?
Perché tra le spezie è quella che garantisce interessanti apporti di micronutrienti e phytocomposti - molecole bioattive.

La sua composizione è caratterizzata da:
8% acqua
38,7% amido
6,1% proteine
26,4% grassi
20,2% fibra alimentare
14% olio essenziale.

E’ ricco di potassio, calcio, magnesio, ferro e fosforo e garantisce discrete quantità di vitamine A, vitamine del gruppo B (B1, B2, B3, B6) e vitamine C. Contiene beta-carotene e criptoxantina (un carotenoide) e acidi grassi come omega 3 e omega 6. Contiene oli essenziali e miristicina.

I suoi effetti positivi sono – grazie alla ricchezza in nutrienti - per le malattie del sistema nervoso ed in particolare stimola l’attività del cervello e contrasta stress ed ansia e depressione.
E’ in generale un ingrediente antinfiammatorio ma, grazie alla ricchezza in fibra alimentare, facilita anche la digestione e riduce la formazione di gas intestinali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code