A tavola con l’Ipertensione Arteriosa

Posted on Posted in Health Coaching, Nutrizione

Stretta è la relazione tra Ipertensione Arteriosa e Alimentazione/Nutrizione e sempre più numerosi sono gli studi internazionali che convalidano l'assunto. I punti salineti sono:
- aumentare il consumo di frutta e verdura
- limitare al minimo quello di grassi e alcolici
- ridurre la quantità di sale.

Questa ultima affermazione - cioè la riduzione della quantità di sale a 4g/die - permette di ridurre drasticamente i casi di ipertensione infatti il consumo di una quantità adeguata di sale permette la riduzione di 10 millimetri di mercurio dei valori pressori iniziali. E' ovvio che ciò trova ancora più forza quando associato ad un sano movimento e all'abolizione del fumo di sigaretta.

Sono sicuramente indicazioni che trovano forza e motivo non solo nella prevenzione primaria ma anche in prevenzione secondaria. Questo significa che pur seguendo una terapia ipotensiva è sempre bene supportarla con pratiche alimentari e di stile di vita idonee per impedire la progressione della malattia stessa e sopratutto per impedire il danno d'organo.

Tutti cardiologi sono saldamente legati alle indicazioni Dietary Approaches to Stop Hypertension [DASH] personalmente sono fautrice della Dieta Mediterranea in cui si pone grande attenzione ai cereali integrali, al pesce, alla verdura - ortaggi e frutta ma sopratutto si promuove un uso importante di erbe aromatiche e spezie. Sono quest'ultime infatti a mantenere la buona palatabilità dei cibi abbassando notevolmente l'uso di sale.

La Dieta Mediterranea inoltre permette anche di porre grande attenzione alla scelta degli alimenti in base alla loro biodiversità e stagionalità e territorialità permetto così ottimi introiti di antiossidanti quali vitamina C, vitamina E e selenio. Queste sostanze sono infatti in grado di migliorare l’efficacia dell’ossido nitrico, prodotto dalla parete interna dei vasi sanguigni e in grado di determinare la dilatazione degli stessi e di conseguenza la circolazione sanguigna. Il risultato finale è un abbassamento della pressione arteriosa.

Ai miei pz dico
4-5 porzioni/die di frutta-verdura ed ortaggi
4g/die di sale da cucina
occasionalmente insaccati e formaggi stagionati
.

Fonte: Ha Nguyen et al. - A Review of Nutritional Factors in Hypertension Management. Int J Hypertens. 2013.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code