Malattie Infiammatorie Intestinali: dati preoccupanti

Posted on Posted in Celiacologa, Health Coaching, Nutrizione
Acid reflux or Heartburn, The photo of stomach and internal organs is on the men's body against gray background, Stomach ache, Bad health, Male anatomy concept.

Eccessivo uso di Antibiotici in età pediatrica, Alimentazione squilibrata, Abuso di bevande alcoliche, Sedentarietà e Sovrappeso corporeo sono le cause del preoccupante aumento di incidenza delle patologie infiammatorie intestinali: morbo di Chron e rettocolite ulcerosa ma anche del tumore colon-retto.

Secondo i dati presentati al Congresso Europeo di Gastroenterologia da un gruppo di ricercatori dell'Università di Birmingham le persone che vivono una malattia infiammatoria intestinale sono triplicate rispetto a quelle di pochi anni fa. In Italia sono almeno 250.000 e il rischio è quello di sviluppare un tumore colon retto.

Bene che la ricerca prosegua il suo percorso finalizzato al miglioramento della diagnosi precoce e delle possibile terapia ma quale Nutrizionista Health Coach mi piace molto di più agire sulla Prevenzione!

In questo ambito fare prevenzione significa allenare strategie di Ben Essere che riguardano sia lo Stile di Vita che la Nutrizione Integrata con la Micronutrizione.

Fare quotidianamente Movimento significa Camminare ma anche praticare le Arti della Salute quali Qi gong e Tai Chi Chuan. Mantenere una Funzionale Idratazione significa rispettare il buon bilancio idrico ma anche saper scegliere l'acqua giusta cioè una acqua calcica o bicarbonato calcica con un RF tra 50-500mg/L, un discreto quantitativo di sodio oltre che un pH fisiologico cioè tra 6.5-8.0. E' possibile anche bere vino ma durante i pasti e in quantità moderata: 2 bicchieri/die se uomo e 1 bicchiere/die se donna.

Tutto questo si completa con una Nutrizione Frugale, Variata, Equilibrata di stampo Mediterraneo-Marchigiano [per me!] che porta attenzione anche ai micronutrienti che in questo caso specifico sono minerali quali calcio e sodio e potassio e vitamina D. E' quest'ultimo micronutriente - vitamina D - che recentemente ha destato interesse poiché è stato evidenziato un legame fra alte concentrazioni di vitamina D nell'organismo e un minor rischio di tumore del colon.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code