CeliacologaHealth CoachingNutrizione

L’Importanza della Nutrizione Integrata ad Alto Impatto

Qualche giorno fa ho affrontato il tema della Nutrizione e Sistema Immunitario ora mi piace tornare sul tema portando l’attenzione sulle numerose evidenze scientifiche – raccolte in una review – a supporto del legame stretto tra Nutrizione e Nutrizione Integrata.

Spesso il termine Integrazione ci fa arricciare il naso perché si pensa ad una forzata quanto eccessiva medicalizzazione o piuttosto si pensa che il professionista abbia perso fiducia nelle sue armi per eccellenza e cioè una Alimentazione variata, equilibrata e bilanciata.

Non è così a patto che la Nutrizione Integrata sia ad Alto Impatto!

Una recente review pubblicata su Nutrients ha evidenziato come la Nutrizione Integrata supporta in modo regolatorio e funzionale il sistema immunitario. Per lungo tempo abbiamo creduto  che un buon funzionamento dello stesso potesse essere assicurato da adeguati introiti di vitamina C e dunque che agrumi, kiwi, fragole, lattuga, radicchio, cavolfiore … potessero essere gli alimenti nostri protettori.

Ancora una volta … Non è proprio così!

Il nostro organismo ha bisogno di un pool di micronutrienti composto da vitamine [A, D, C, E, B6 e B12] e minerali [zinco, ferro, rame e selenio]. I dettagli potete recuperarli nell’ultimo mio articolo sopracitato.

In questo articolo mi piace piuttosto evidenziare due punti fondamentali:

  1. l’integrazione non può essere fatta nel momento del bisogno quanto piuttosto deve far parte delle buone pratiche di  Ben Essere. Inoltre questa deve essere fatta rispettando dosaggio e tempo.
  2. l’integrazione deve essere pianificata/prescritta e deve prevedere l’utilizzo di prodotti di alta qualità, cioè il principio attivo deve essere BiodisponibileBioattivoPratico.

Biodisponibilità cioè il micro-nutrienti arriva in sede nella quantità indicata, riuscendo ad oltrepassare le barriere quali ad esempio, quelle dell’apparato gastrointestinale.

Bioattività è una peculiarità che permette al micro-nutriente di essere immediatamente assorbito dal corpo, senza dover essere convertito nella sua forma bioattiva e/o senza richiedere l’aggiunta d cofattori.

In ultima battuta dico che è anche importante la Praticità, cioè sia comodo da assumere , abbia un buon rapporto qualità/prezzo e non porti nessun effetto collaterale.

Questi sono i principi che mi muovono quando – nella mia pratica professionale – intravedo l’esigenza di suggerire la pratica dell’integrazione di Alto Impatto.

In questo periodo dell’anno a mio modo di vedere due sono i fronti su cui lavorare:

a. sistema immunitario –  non aggiungo altro perché già nei due articoli potete trovare dettagli!

b. organi emuntori quali rene + fegato + intestino così da garantire – dopo il periodo invernale – una funzionale diuresi oltre ad una depurazione e detossificazione del nostro organismo per preparalo ad accogliere il Ben Essere dell’imminente Primavera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code