CeliacologaHealth CoachingNutrizione

Lo zuccherometro: un tool in grado di calcolare la quantità di zucchero

Si, si avete letto bene … lo zuccherometro! E’ uno strumento estremamente pratico che permette di sapere quanto zucchero al giorno un bambino/a consuma.

Il calcolatore di zucchero è stato messo a punto da un gruppo di nutrizionisti e pediatri del servizio di Educazione nutrizionale Grana Padano e vuole portare consapevolezza sul reale consumo di zucchero educando così alla prevenzione di patologie gravi quali diabete e obesità.

Lo strumento – utilizzabile sia da smartphone che da tablet o Pc – trova impiego sia in ambulatorio -permettendo una dettagliata anamnesi alimentare- che in aula – come strumento educativo – fino ad essere utilizzato in famiglia così da guidare i genitori verso scelte più salutari per i propri figli.

Quale Nutrizionista Health Coach con piacere condivido l’informazione avendolo sperimentato e avendo apprezzato le potenzialità. Vi dico perchè!

Partiamo da come funziona: si accede ad una pagina dove inserire – nel completo anonimato – i dati del bambino/a e successivamente si indicano i cibi e le quantità che il bambino/a mangia in un giorno. L’informazione che viene restituita- in modo estremamente semplice quanto chiaro – è il numero di cucchiaini di zucchero sia aggiunto che già presente nell’alimento. A seguire il quantitativo è confrontato con il quantitativo raccomandato secondo i LARN definiti dalla Società Italiana di Nutrizione Umana (SINU). Lo strumento però ha un valore aggiunto infatti fornisce gratuitamente all’utente un manuale in cui sono proposti  alimenti sostitutivi più salutari e semplici ricette.

Credo sia un bell’esempio di come con un semplice click si possa fare veramente tanto 👍

Si porta consapevolezza sulla quantità di zucchero aggiunto a bevande e a cibi e al contempo di educa e si informa su un tema che sempre più sta catturando l’interesse dei Professionisti della Salute per le importanti ricadute sul BenEssere.

Sono in costante aumento i lavori scientifici che evidenziano come una eccessiva assunzione giornaliera di zuccheri semplici (fruttosio, saccarosio…) sia responsabile della comparsa di  fegato grasso e dell’aumento dei livelli circolanti di lipidi. Entrambe sono importanti fattori di rischio modificabili sia per l’eccesso di peso che per la sindrome metabolica.

Attenzione dunque … sempre meglio frutta fresca di stagione, dolci fatti in casa, spremute fresche e altre bevande senza aggiunta di zuccheri.

Fonte: zuccherometro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code