CeliacologaHealth CoachingNutrizione

Avere un gatto migliora la salute dell’intestino e non solo …

Si, questa è la conclusione alla quale sono giunti i ricercatori della Hainan Medical University.

Fin’ora sapevamo bene che avere un animale domestico aiutasse a ridurre lo stress e migliorare la salute mentale. Ora gli Autori del recente studio pubblicato su PlosOne dichiarano che i proprietari dei gatti hanno un microbiota più in salute o meglio hanno una maggiore biodiversità delle popolazioni batteriche intestinali. In particolare Proteobatteri, Enterobacteriaceae e Pseudomonadaceae mostrano livelli aumentati mentre Alcaligenaceae e Pasteurellaceae sono sostanzialmente ridotti.

Sono state osservate anche alterazioni in 50 pathway metabolici, compresi quelli coinvolti nel metabolismo di aminoacidi, vitamine e lipidi. Queste alterazioni sembrano essere più importanti tra le donne e i soggetti normopeso che possiedono un gatto.

Lo studio è stato condotto su una popolazione di 428 individui di cui 214 avevano un gatto. I proprietari di gatti hanno mostrato una composizione della microflora intestinale più sana rispetto ai controlli. Inoltre è stata osservata una associazione tra la presenza di un gatto in casa e cambiamenti di 50 pathway metabolici inclusi quelli coinvolti nel metabolismo di aminoacidi, vitamine e lipidi.

E’ stata evidenziata :

  • una maggiore sintesi di vitamine del gruppo B
  • una maggiore sintesi di aminoacidi
  • un miglior metabolismo di carboidrati
  • un aumento della sintesi di acidi grassi a catena corta [SCFA]

Sono proprio questi ultimi – acido acetico, proprionico, butirrico, valerico, caproico, lattico, succinico … – che hanno destato maggior interesse poiché sono gli acidi grassi con importanti effetti anti-infiammatori

Conclusioni
Possedere un gatto può influenzare la diversità e la composizione del microbiota. Sono stati evidenziate anche importante effetti sulla salute dell’uomo ma richiedono ulteriori studi di conferma. 

Fonte: G Du et al. – Effects of cat ownership on the gut microbiota of owners. PlosOne, 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code