Identificato l’interruttore molecolare della celiachia

Posted on Posted in Celiacologa, Nutrizione

Si chiama T-bet la nuova molecola di natura proteica del sistema immunitario che gioca un ruolo chiave nello sviluppo delle patologie infiammatorie dell’intestino.

nri3536-f2

Alcune mutazioni genetiche specifiche a carico della proteina - T-bet, definita un ponte tra l'immunità innata e adattativa - potrebbero far si che certi soggetti siano più sensibili verso malattie auto-immuni dell’intestino, in particolare verso quelle infiammatorie croniche – quali morbo di Crohn, colite ulcerosa e celiachia. Tale mutazione produce un difetto nel modo in cui la proteina stessa si lega alle cellule T del sistema immunitario. La stessa anomalia non è stata osservata in altre malattie autoimmuni come la psoriasi o l’artrite reumatoide, questo conferma la specificità delle malattie intestinali.

I ricercatori del King’s College e dello University College di Londra hanno individuato questo interruttore molecolare ed i risultati sono stati pubblicati sulla rivista Plos Genetics.

Una ricerca – una scoperta … un passo in avanti davvero importante perché fino ad ora la ricerca di terapie efficaci per le malattie autoimmuni intestinali è davvero difficile soprattutto perché non si conosce il meccanismo con cui si generano.

Se venisse confermato che la proteina T-bet e sue mutazioni specifiche sono uno snodo cruciale nel processo che porta alle malattie, si avrebbe un bersaglio più semplice cui mirare con possibili terapie.

Fonte: Katrina Soderquest et al., Genetic variants alter T-bet binding and gene expression in mucosal inflammatory disease. Plos Genetics, February 10, 2017

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code