Health Coaching

31 Maggio: Giornata No Fumo

Domani – Domenica 31 Maggio – è la Giornata Mondiale senza Fumo di tabacco 2020. Quest’anno l’Organizzazione Mondiale della Sanità [OMS] ha scelto come tema Tabacco e tattiche dell’industria per attirare le giovani generazioni.

Un tema che quale Nutrizionista Health Coach e figlia di fumatori – mi ha portata a riflettere e a decidere di dare il mio contributo perché è fondamentale educar. I dati hanno evidenziato che in Italia molti ragazzi [15-19 anni] fumano ma non percepiscono di essere oggetto di strategie di promozione e di marketing dell’industria del tabacco. Sono dunque bersagli inconsapevoli delle pressioni dell’industria del tabacco.

Fumare in giovane età significa sia danneggiare precocemente il proprio BenEssere nel presente che ipotecare il BenEssere futuro.

Partiamo dai dati …

  • Il fumo è la prima causa di morte – che può essere prevenuta – nei Paesi occidentali.
  • Il tumore al polmone – prima causa di morte per cancro – è  tra le patologie causate da fumo.
  • L’alta letalità di questo tumore è principalmente correlata al fatto che quando i sintomi si manifestano , lo stadio del tumore è già avanzato e non  operabile.

La relazione tra fumo di sigaretta e tumore al polmone venne evidenziata in diversi periodi storici ma fu F Müller lo scienziato che nel 1939, grazie ad uno studio epidemiologico, diede basi scientifiche a tale evidenza. A seguire la letteratura scientifica si arricchì sempre più di studi convincenti che dimostravano la pericolosità del fumo. Complice una strenua campagna negazionista messa in campo dall’industria del tabacco, la scienza però ha impiegato molto tempo ad essere ascoltata.

Negli anni ottanta si aggiunge qualcosa di nuovo:

  • la nicotina crea dipendenza.
  • Il fumo è responsabile anche di tumore a laringe, esofago, stomaco, vescica, rene.
  • Il fumo arreca danni al sistema cardio-circolatorio e ai polmoni.

Ci sono davvero tante buone ragioni per agire subito: NO FUMO DI TABACCO è l’imperativo che deve risuonare in ogni ambiente e che tutti – a vario titolo – dobbiamo proclamare. L’invito deve essere supportato da gesti concreti così da avere impatto sulla quantità di fumo dei più giovani:

  • i genitori diano l’esempio non fumando almeno in casa
  • l’aumento del prezzo
  • la difficoltà di accesso alle tabaccherie

A questo si aggiunge l’importanza della stretta collaborazione con la scuola e i centri anti-fumo.

Che la Giornata di Domani sia spunto di riflessione per tuti così da tradurre in Azioni quanto appreso e sia occasione per sperimentare una giornata senza fumo!

Un pensiero su “31 Maggio: Giornata No Fumo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code